Al di là di cio che è bene e cio che è male c’ è un campo. Ci vediamo là.
Rumi, Poeta del 13esimo secolo

Lavorare in modo culturalmente consapevole va oltre il parlare più di una lingua. La cultura è una dimensione complessa che agisce sulle persone in ogni momento della vita, influenzando le decisioni e l’interpretazione delle circostanze. Età, sesso, orientamento sessuale, religione, etnia, colore della pelle e status socioeconomico sono solo alcuni dei fattori che ricadono sotto il termine "cultura". OltreConfini non è solo uno spazio che trascende le barriere tra il corpo e la mente. Va anche al di là dei confini etnici, religiosi, nazionali e di genere. Nel fare ciò, prestiamo la massima attenzione al contesto culturale dei nostri pazienti e alla parte che questo svolge nella loro vita.

Per essere culturalmente competente, un clinico deve prima di tutto essere umile ed aperto al non-sapere. Il costrutto della "cultura" racchiude una vastità di conoscenza che spazia dalla biologia, alla storia, all'antropologia, alla politica, alla psicologia, alla lingua e altro ancora. Un clinico culturalmente consapevole è aperto all'ascolto ed interessato alla storia unica di ogni persona. Ad OltreConfini vogliamo imparare dai nostri pazienti circa la loro cultura, mentre li guidiamo nella scoperta di se stessi come esseri-culturali. Molto spesso, infatti, le persone non sono nemmeno consapevoli della misura in cui la cultura contribuisce al loro senso di identità, così come alle loro difficoltà emotive.

Forse, una donna straniera che vive nel paese di suo marito, circondata dalla famiglia e dai costumi di lui, potrebbe non rendersi conto della misura in cui ciò sta influenzando la sua relazione e, di conseguenza  il suo benessere. Magari, un "bambino di terza cultura" ormai adulto (un adulto cresciuto in una cultura diversa da quello di uno dei suoi genitori) potrebbe non accorgersi che la sua difficoltà a stringere rapporti deriva dal senso radicato di essere un perenne escluso. Uno studente Erasmus potrebbe essere sbalordito nello scoprire che lo shock culturale arriva anche solo dopo poco tempo in un paese dove vigono norme sociali ed accademiche diverse da quelle a cui è abituato. Parlando più di una lingua e avendo lavorato con persone provenienti da cinque continenti, ad OltreConfini siamo sensibili agli aspetti culturali della terapia ed accogliamo pazienti di ogni provenienza.

Torna su